Tweety Trump, il guerra fondai

© Gianfranco UBER

Il conflitto armato che tortura la Siria da sette anni ha creato una grave crisi umanitaria e ha precipitato la popolazione siriana in grande sofferenza. Una popolazione di 20,6 milioni nel 2011 e di 17,1 nel 2016 perché nonostante la guerra il tasso di natalità rimane elevato. L’età media della popolazione è di 23,7 anni per gli uomini e di 24,6 anni per le donne. Il 32% ha tra 0 e 14 anni. Secondo le fonti, il conflitto ha finora ucciso tra le 350.000 e le 500.000 persone. Inoltre, tra 1,5 e 2 milioni di persone sono ferite. Tra 6 e 8 milioni di persone sono state sfollate e 13,1 milioni di persone dipendono dall’assistenza di emergenza, più dei due terzi della popolazione siriana. Quasi 3 milioni di questi sono in aree difficili da raggiungere e città assediate. L’Ufficio dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR) stima che sono oltre 5,4 milioni i rifugiati nella regione, principalmente in Turchia, Libano e Giordania, quasi il 40% di loro hanno meno di 12 anni. Circa 1 milione di questi è arrivato in Europa. (Statistiche UNHCR al 7 dicembre 2017 http://www.unhcr.org/en/urgence-in-syrie.html )


L’Occidente (Europa e USA) non ha fatto molto per porre fine a questo conflitto, reso più complesso e mortale dall’arrivo dell’ISIS, poi dall’intervento dell’Iran, della Turchia e specialmente la Russia. Trump e gli europei sembrano scoprire l’uso di armi chimiche – una pratica contestata dalla Russia, che difende Assad. Possiamo davvero pensare che bombardare la Siria (o cosa ne rimane) sarà la soluzione, quando in 7 anni nessuno è riuscito a liberarsi del principale responsabile di questo massacro: Assad? Anche al costo di creare un conflitto generalizzato in Medio Oriente. L’irresponsabilità dei politici è spaventosa, l’ironia e il sarcasmo restano la nostra ultima difesa.


Alcuni Tweet di Trump. Fine 2017 voleva risolvere i problemi con la Russia:

Donald J.Trump @realDonaldTrump
When will all the haters and fools out there realize that having a good relationship with Russia is a good thing, not a bad thing. There always playing politics – bad for our country. I want to solve North Korea, Syria, Ukraine, terrorism, and Russia can greatly help! 2:18 AM – Nov 12, 2017 Vietnam
Traduzione: Quando tutti gli odiatori e gli sciocchi là fuori capirano che avere una buona relazione con la Russia è una buona cosa, non una brutta cosa. Ci sono sempre fasulli politici – un male per il nostro paese. Voglio risolvere la Corea del Nord, la Siria, l’Ucraina, il terrorismo e la Russia può essere di grande aiuto!

Adesso vuole bombardare tutti, senza preoccuparsi delle conseguenze:

Donald J.Trump @realDonaldTrump
Russia vows to shoot down any and all missiles fired at Syria. Get ready Russia, because they will be coming, nice and new and “smart!” You shouldn’t be partners with a Gas Killing Animal who kills his people and enjoys it! 12:57 PM – Apr 11, 2018
Traduzione: La Russia giura di abbattere tutti i missili sparati contro la Siria. Preparati Russia, perché arriveranno, belli, nuovi e “intelligenti!” Non dovresti essere partner di un Gas Killing Animal che uccide la sua gente e a chi piace!

Donald J.Trump @realDonaldTrump
Our relationship with Russia is worse now than it has ever been, and that includes the Cold War. There is no reason for this. Russia needs us to help with their economy, something that would be very easy to do, and we need all nations to work together. Stop the arms race? 1:37 PM – Apr 11, 2018
Traduzione: Il nostro rapporto con la Russia è peggiore ora di quanto non sia mai stato, e ciò include la Guerra Fredda. Non c’è motivo per questo. La Russia ha bisogno di noi per aiutare la loro economia, qualcosa che sarebbe molto facile da fare, e abbiamo bisogno che tutte le nazioni lavorino insieme. Fermare la corsa agli armamenti?

© Marco Tonus
Seguiteci sui social network:

Autore

Economista e storico, direttore del centro LIBREPRESSION, Fondazione Giuseppe di Vagno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *