Risate Sfacciate – Contro gli stereotipi di genere e il sessismo

© Marco De Angelis

Nell’ambito del festival Internazionale a Ferrara 2018 – #intfe -facebook.com/internazfest – Libex ha avuto il piacere di presentare il lavoro di 3 grande artiste, vignettiste ed illustratrice: Marilena Nardi (It), Anne Derenne (FR) e Zainab Fasiki (Marocco) all’occasione di un dibattito sul sessismo e gli stereotipi di genere, purtroppo parte del quotidiano in tutte le società e non solo quelle di religioni del libro. Certo, il maschilismo non è di stessa intensità in tutte le società né in tutte gli strati sociali all’interno di un paese. Se esiste una grande differenza nelle libertà individuale delle donne tra i paesi musulmani e i paesi occidentali, i tipi di problemi sono simili. L’imbecillità è purtroppo una caratteristica della razza umana in tutti i tipi di società.


L’idea che possa esistere una specie di “sindrome della mela” (il peccato originale delle religioni del libro) rimane nonostante la dimostrazione evidente dell’uguaglianza nelle capacità uomini-donne. Esiste anche uno strano paradosso: da un lato l’uomo è visto come il cattivo lupo, quello che vuole solo mangiare cappuccetto rosso, dall’altro sembra che il sesso della donna faccia paura e sia lui il grande cattivo lupo, un tipo di fobia della mantide religiosa.

Sarebbe tempo di superare questi riflessi preistorici, che tra l’altro non sono mai stati dimostrati. È sicuro che nella preistoria solo l’uomo andava a caccia e che il ruolo della donna era di rimanere vicino al fuoco per sorvegliare la prole? Tempo di superare i riflessi medievali che considerano donne libere e intelligente come delle streghe potenziali?

Il dibattito ha dimostrato che le donne, senza l’aggressività dell’uomo (dei deboli, perché come nella la razza canina più gli uomini sono piccoli – nella loro testa, non in altezza – e prigionieri nella loro gabbia di testosterone, più sono aggressivi), non hanno niente da invidiare agli uomini, che hanno desideri e aspettativi simili e che la loro differenza fisica non è una debolezza ma una ricchezza da tutti i punti di vista.

© Tjeerd Royaards

E Viva!

 

Seguiteci sui social network:

Autore

Economista e storico, direttore del centro LIBREPRESSION, Fondazione Giuseppe di Vagno

Commenti

    zvodret iluret

    (ottobre 18, 2018 - 6:27 am)

    As a Newbie, I am permanently searching online for articles that can help me. Thank you

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *